Notice: Undefined index: user in /srv/www/htdocs/faleristica/variante.php on line 27 Faleristica.it
Italia - seconda Guerra Mondiale
1940-1945
Divisione 'Sabratha' (220)
Origini e vicende organiche

Trae origini dalla Brigata "Verona" costituita il 2 giugno 1883 che ha alle sue dipendenze organiche il 85° e il 86° Rgt. Fanteria e sciolta il 25 dicembre 1917. In esecuzione della legge 11 marzo 1926 sull'ordinamento dell'esercito, che prevede la costituzione delle brigate su tre reggimenti, il 18 novembre il Comando di Brigata e l'89° Rgt. Fanteria vengono sciolti mentre l'85° Rgt. Fanteria viene assegnato alla XXVIII Brigata di Fanteria. Nella primavera del 1937 si forma in Libia la Divisione di Fanteria Sabratha (60a), del tipo autotrasportabile, assumendo alle dipendenze l'85° e l'86° Reggimento Fanteria e il 42° Artiglieria per Divisione di fanteria.

Guerra 1940-43
1940 - Il 10 giugno la Divisione risulta attestata lungo il confine libico-tunisino. Dopo il 25 giugno viene impiegata in difesa costiera nella zona di Tripoli. In dicembre è trasferita a sud di Derna. In dicembre si trova a sud di Derna per contrastare l'avanzata inglese.
1941 - Sempre schierata a difesa lungo la linea Derna-Berta, a fine gennaio conduce una logorante manovra ritardatrice. Il 30, per evitare l'aggiramento di forze inglesi, ripiega attraverso Slonta, Barce e Bengasi fino a Ghemines, dove giunge il 5 febbraio. Fortemente decimate, le sue unità riescono a disimpegnarsi, ad uscire da un'ulteriore morsa e, per Agedabia e Sirte, a raggiungere infine Homs dove vengono schierate a presidio costiero. In maggio la divisione si organizza a difesa presso Garian-Nalut, a protezione delle vie di accesso alla conca di Garian. In settembre la Divisione viene trasferita ad est di Tobruk, a disposizione del comando retrovie del fronte. Iniziata l'offensiva inglese, nel mese di ottobre la Divisione viene impegnata da veloci puntate offensive provenienti da sud-est. Dopo il cedimento del fronte a Sollum, le unità della divisione eseguono una ordinata manovra di ripiegamento sfruttando le successive linee difensive di Ain el Gazala, Derna-Berta-Mechili e infine, il 23 dicembre, di Marsa el Brega a sud-ovest di Agedabia, a sbarramento della direttrice costiera.
1942 - La Divisione viene riorganizzata nella zona di Marsa el Brega, quindi è pronta a muovere verso oriente. Il 23 gennaio, dopo breve scontro con le retroguardie avversarie, occupa Antelat, a nord-est di Agedabia. Nell'offensiva di maggio progredisce dapprima fino a Bir Temrad all'altezza del golfo di Bomba, poi, superate le difese nemiche di Bir Belabat ed Ain el Gazala, punta decisamente su Tobruk che raggiunge il 15 giugno. Il 20 giugno la Divisione è attestata ad est di Acroma e dopo la caduta di Tobruk si sposta ancora verso oriente in direzione di Bardia, Sollum e Sidi el Barrani. Il 1° luglio le unità della Divisione Sabratha si schierano nei pressi di El Alamein; il 10 luglio il nemico ne attacca con estrema violenza le posizioni pur non conseguendo vantaggi territoriali. Questo attacco è fatale alla Divisione dato che le procura delle perdite estremamente elevate. La Divisione Sabratha viene sciolta il 25, a causa di eventi bellici.
Da www.regioesercito.it
Istituzione : 1941

(220)


Collezione: CG
Click per immagine a piena risoluzione

Torna alla raccolta Italia - seconda Guerra Mondiale